Cielo del mese di Ottobre


Tutti i mesi l'analisi del Tema di ingresso del sole e del Tema di Luna Nuova.
  
La tabella del cielo del mese con la posizione dei pianeti e una breve riflessione sulle configurazioni celesti.
  


A cura di Sandra Zagatti


Cielo del mese di Ottobre 2014

Il Sole entra in Bilancia il 23 settembre alle 4:30 (ora italiana). La Luna Nuova nel segno si formerà il giorno dopo, alle 8:15, la Luna Piena in Ariete alle 12:52 dell’8 ottobre e sarà un’eclisse totale di Luna. Mercurio sconfina in Scorpione tra il 28 settembre e il 10 ottobre, poi riprende il suo anello di sosta in Bilancia, con moto retrogrado dal 5 al 25 ottobre. Urano e Nettuno sono retrogradi per tutto il mese.

PIANO COLLETTIVO
La caratteristica più evidente e importante, nel cielo di questo mese, è il Grande Trigono di Fuoco che si formerà per tramite di Marte in Sagittario, Giove in Leone e Urano in Ariete. E’ una configurazione che sarà ad orbita precisa tra il 4 e l’8 ottobre, quando i tre pianeti saranno tutti intorno ai gradi centrali dei rispettivi segni transitati, ma che avrà indubbiamente un’estensione temporale più ampia. Ancor più considerando che la Luna Piena del mese (che si forma proprio l’8 ottobre) verrà coinvolta nel Grande Trigono con la sua congiunzione a Urano.

E qui nascono le perplessità, ma pure aumentano i fattori di importanza del mese stesso. Quella Luna Piena, cioè l’opposizione dei Luminari sull’asse Ariete-Bilancia, andrà infatti a riattivare un’altra configurazione purtroppo ben nota, cioè la Croce a T nei segni Cardinali, con un’orbita particolarmente stretta su Urano e un po’ meno precisa (ma sempre valida) su Plutone, in quadratura dal Capricorno.
Il coinvolgimento della coppia Luna-Urano in entrambe le configurazioni – il Grande Trigono e la Croce a T – sembra dunque il fattore protagonista del mese, con l’aggravante che si tratterà di una Luna Piena eclissata. Già, perché anche l’asse dei Nodi lunari si è ormai avvicinato, col suo moto retrogrado, ai gradi critici dei segni Cardinali. E ciò è rinforzato dal fatto che, dopo un tema di ingresso del Sole in Bilancia non particolarmente parlante, i temi del Novilunio e del Plenilunio vedono per l’Italia gli assi cardinali sull’orizzonte: rispettivamente Bilancia-Ariete (con Urano stretto sul Discendente) e Capricorno-Cancro (con Plutone in orbita di congiunzione all’Ascendente).

Mi chiedo se o quanto l’intensità del Grande Trigono possa esprimere la sua natura propositiva e incoraggiante oppure intensificare anche la conflittualità della Croce a T e l’oscurità dell’eclisse. Mi chiedo insomma se, viceversa, prevarrà la luce e il calore di quel Fuoco, piuttosto che la sua versione amplificata di accecamento o incendio… Ma è una domanda oziosa, laddove so perfettamente che i pianeti rappresentano uno stato di fatto e lo muovono verso un divenire possibile, con gli strumenti e sul terreno a disposizione.

Ciò che più emerge, in fondo, è una situazione “elettrica” o “esplosiva” (per usare attributi associati a Urano) che chiede, favorisce o forse impone cambiamenti anche radicali. Cosa e come? Altra domanda poco utile, non perché non abbia risposta ma perché ne ha fin troppe e accumulate da anni. Sul piano politico, economico, sociale, religioso, culturale, morale, sul piano lavorativo o sanitario, su quello più ampio dei valori ed anche delle speranze (collettive, familiari o individuali)… il cosa ha mille sfaccettature, mille cause e altrettanti effetti, ma si riassume con il noto termine “crisi”. E il come è ancor più complesso, perché invocare un cambiamento che mantenga lo status-quo o persino recuperi le comodità di uno status precedente, è una contraddizione in termini e comunque un tentativo già percorso, pur con parole o mezzi differenti, da diversi Governi e con analoghi (cioè scarsi se non nulli) risultati. Ma l’alternativa è cambiare davvero, è cambiare tanto se non tutto, è cambiare la sostanza e pure la forma… e siccome non sarebbe indolore, comprensibilmente fa paura.

“Cambiare tutto per non cambiare niente” è, ammettiamolo, non solo un modo di dire ma un modo di fare per gli italiani, governanti o governati che siano e mi scuso per la generalizzazione. Ma resta, insistentemente ripetuta da anni e sottintesa anche nel cielo di questo mese, la domanda-risposta dei pianeti: che sottolinea la differenza tra cambiare per scelta (che significa sacrificio funzionale sul lungo termine) o cambiare per forza (che può significare trauma, violenza o ingiustizia nell’immediato).

PIANO INDIVIDUALE
Per i segni di Fuoco sembra un mese davvero vivace, anzi vitale! Il Grande Trigono che si forma tra Marte, Giove e Urano porta infatti con sé una bella carica di energia, che chiede espansione, sviluppo, passi avanti. E’ vero che gli ARIETE devono confrontarsi con i freni planetari delle opposizioni in Bilancia, e pure con Plutone, ma non per questo avvertiranno meno la spinta del loro Elemento; semmai dovranno impegnarsi a direzionare l’istinto e il desiderio in modo costruttivo, contenendo l’insofferenza. Per i LEONE i freni arrivano dai pianeti in Scorpione, e forse soltanto (diciamo soprattutto) i SAGITTARIO si sentiranno autorizzati ad esprimere liberamente questi transiti… In ogni caso, per tutti si tratta di un mese da sfruttare e da godere, sia nelle azioni conclusive del passato (risultati o distacchi) che negli investimenti progettuali sul futuro.

Nemmeno i segni d’Aria se la passano male. I nativi GEMELLI soffrono l’opposizione di Marte, che segue la dissonanza di Venere; gli ACQUARIO devono sempre confrontarsi con Giove e Saturno, e in parte pure con Mercurio un po’ dispettoso; per i BILANCIA restano le dissonanze di Urano e Plutone (seconda decade)… ma i passaggi dei pianeti veloci nel segno stesso della Bilancia saranno per tutti stimolanti e propositivi, nonché generosi di piacevoli distrazioni. C’è come la necessità, e ovviamente l’opportunità, di ritrovare idee e propositi: un incoraggiamento che si manifesta soprattutto sul piano mentale e su quello sociale, laddove nuovi interessi o nuove amicizie potranno risultare galvanizzanti. Uscire dalla stasi, insomma; non soltanto nei fatti ma, prima ancora, nei pensieri.

Per i segni di Terra non è un mese efficace, ma nemmeno sembra aggiungere o togliere nulla al periodo generale. I nativi del TORO sono un po’ affaticati dal tiro incrociato di Giove e Saturno, probabilmente dovranno pazientare ancora per certe questioni che non li convincono ma possono sfruttare il mese per riflettere, magari “aggiustando il tiro” sulle personali aspettative o priorità. I VERGINE non sono affaticati (il mese scorso è stato clemente) ma potrebbero diventarlo, con Marte dissonante che chiede tanto e in certi momenti può risultare stressante anche a livello emotivo. I doveri premono ma la pazienza diminuisce: urge trovare un equilibrio nel rispetto della propria soggettività! Anche per i CAPRICORNO potrebbero arrivare momenti nervosi o confusi, ma non tanto per motivi contingenti quanto, forse, per motivi antichi che chiedono un’attenzione o un’elaborazione, funzionale a un bilancio definitivo. Chiudere i conti col passato si può.

Qualcosa del genere vale anche per i segni d’Acqua, ma ci sono maggiori risorse. Ad esempio, anche per i CANCRO potrebbero riemergere difficoltà, fastidi: i pianeti veloci in Bilancia sembrano segnalare qualcosa (o qualcuno) che disturba, il che non sarebbe né grave né eccezionale, ma diventa più importante se riattiva rancori o dubbi. Per i nativi SCORPIONE c’è sempre la dissonanza un po’ frustrante di Giove, ma direi che sarà un mese sostanzialmente riflessivo, di assestamento. Un mese che, invece, potrebbe risultare troppo dinamico e faticoso per i PESCI, costretti a correre tra urgenze o richieste, senza troppe soddisfazioni! Eppure… tutti possono contare sul solido Saturno, nonché sul breve ma utilissimo passaggio di un Mercurio eccezionalmente profondo, con la complicità di Nettuno. A volte, è proprio quando non si riesce a ragionare con calma che si accendono “le luci di emergenza”, fatte di intuizione e di istinto…

Tabella del cielo del mese

Sole
Da 29°53’ della Vergine a 29°30’ della Bilancia. Il Sole entra in Bilancia il 23 settembre alle 4:30 (ora italiana).
Luna
Da 15°56' della Vergine a 18°53' della Bilancia. Luna Nuova a 01°08’ della Bilancia il 24 settembre. Primo Quarto a 08°33' del Capricorno il 1 ottobre. Luna Piena a 15°05’ (Eclissi totale di Luna) dell’Ariete l’8 ottobre. Ultimo quarto a 22°21’ del Cancro il 15 ottobre.
Mercurio
Da 26°08’ a 17°30’ della Bilancia. Il 27 settembre entra in Scorpione. Il 5 ottobre diventa retrogrado. Il 10 ottobre rientra in Bilancia.
Venere
Da 21°26’ della Vergine a 28°55’ della Bilancia. Il 29 settembre entra in Bilancia.
Marte
Da 06°08’ a 27°28’ del Sagittario.
Giove
Da 14°30’ a 19°19' del Leone.
Saturno
Da 19°46' a 22°51' dello Scorpione.
Urano
Da 15°06’ a 13°55' dell’Ariete in moto retrogrado.
Nettuno
Da 05°32' a 04°58' dei Pesci in moto retrogrado.
Plutone
Da 11°00' a 11°13' del Capricorno.
Tema di ingresso del Sole

Tema di Luna Nuova

Tema di Luna Piena

Copyright 2002 © Astrologia in Linea - Tutti i diritti riservati | Privacy | Termini e Condizioni
Il tuo oroscopo del giorno
Ariete
Toro
Gemelli
Cancro
Carta Esotel
Leone
Vergine
Bilancia
Scorpione
Sagittario
Capricrono
Acquario
Pesci